Saluti da Forino.it - Home Page

e-mail

dove siamo

meteo

disclaimer


Cappella di San Giacomo a Castello

Al principio della salita conduce al Santuario di San Nicola, nella frazione Castello, è posta la Cappella di S. Giacomo a Castello. Inizialmente sotto il titolo patronale della famiglia Laudati, arrivata dalla Spagna a Forino nel XVII secolo, in un secondo momento passò alla famiglia Fanelli, come testimoniato da una sepoltura nel muro perimetrale e da una lapide. Ora alla sua manutenzione dovrebbe provvedere la famiglia Iacuzio, ma non è una notizia confermata. E' in completo stato di abbandono, dato che il tetto è crollato, e una delle tombe che vi sono all'interno è stata addirittura violata. Non si conoscono notizie circa le origini della chiesetta. Nel notamento dei Luoghi Pii Laicali, disposto da Ferdinando IV nell'anno 1783 viene indicata come "Cappella di San Giacomo amministrata dal Sindaco e per lui dal cassiere". Non vi si trovano conservate opere di interesse artistico. La chiesa era a un'unica navata con altare ligneo sormontato da un dipinto. Era sormontata da una trabeazione coperta con embrici, negli ultimi anni completamente collassata all'interno. Il portale era semplice e in pietra con una lapide in marmo posta appena sopra di esso. Sopra il portale una lapide incastonata nella struttura recita:

I.M.I
HOC OPUS FIERI FECIT NOT. IOA
NES MADALUNI CASALIS CASTRI
TERR
ΠFLORENI PROPRIJS SUIS SUM-
PTIBUS ET PRO RIVS DEVOTIONE
ANNO DOMINI 1770

Una lapide all'interno ricorda invece un suo restauro ad opera di Andrea Fanelli nel 1897. Il breve tratto di selciato antistante la chiesa è protagonista di alcune leggende della tradizione religiosa forinese. Proprio in questo luogo sarebbe apparsa, in tempo immemore, una Madonna nera che aiutò i penitenti nel trasporto della statua di San Nicola al santuario soprastante. Un'altra leggenda che rimanda a tempi più recenti, e segnatamente agli anni della II Guerra Mondiale, narra che i tedeschi, determinati a posizionare nell'area antistante il Santuario di San Nicola una batteria di cannoni per colpire il loro nemico avanzante nella Valle dell'Irno, furono impediti a proseguire verso la sommità del colle proprio in questo luogo dal volere divino sollecitato dall'intercessione di San Nicola, che evitò così a Forino e ai suoi abitanti di essere vittima di nuovi bombardamenti.
Nell'anno 2011 la chiesa è stata sottoposta ad un restauro che le ha ridato un aspetto dignitoso.

Cappella di San Giacomo nella frazione castello

 
Condividi su
cerca nel sito con